CROWDFUNDING CAMPAIGN FOR “THE POWER”

“Posso dire che rifuggendo drasticamente dai salotti e dalle persone che mi cercano in funzione di qualche mio ruolo, vivo come una delle mie maggiori ricchezze gli incontri che la vita mi dona. Vorrei continuare ad apprezzare gli altri ed esserne apprezzato senza secondi fini. Forse anche per questo converrà tenersi lontano da ogni esercizio di potere.”

Alexander Langer

BOZZA

IL POTERE – THE POWER

A NEW DOCUMENTARY-FILM IN PRE-PRODUCTION

 

crowdfunding

 

DAL REGISTA DI “LA FELICITA’ UMANA” UN NUOVO AVVINCENTE

FILM-DOCUMENTARIO  IN PREPARAZIONE: 

“IL POTERE – THE POWER”

Opera protetta dalle leggi internazionali sul diritto d’autore

Copyright Designs and Patent Act 1988

The work: “The Power – Il Potere” was registered with the U.K. Copyright Service on August 03, 2017.

The copyright owner is listed as Maurizio Zaccaro.

                         Registration Number: 284708042                       

Work Title: “The Power – Il potere”                         Expiry Date: August 03, 2021

Green

LEV

Puoi tu pescare il Leviatan con l’amo
e tener ferma la sua lingua con una corda,
ficcargli un giunco nelle narici
e forargli la mascella con un uncino?
(…) Il suo dorso è a lamine di scudi,
saldate con stretto suggello;
l’una con l’altra si toccano,
sì che aria fra di esse non passa:
ognuna aderisce alla vicina,
sono compatte e non possono separarsi.
Il suo starnuto irradia luce
e i suoi occhi sono come le palpebre dell’aurora.
Dalla sua bocca partono vampate,
sprizzano scintille di fuoco.
Dalle sue narici esce fumo
come da caldaia, che bolle sul fuoco.
Il suo fiato incendia carboni
e dalla bocca gli escono fiamme.
Nel suo collo risiede la forza
e innanzi a lui corre la paura.

(Giobbe 40-41)

*

Il terrore è l’essenza stessa del potere. E il potere va di pari passo con la più grande invenzione di tutti i tempi, grazie alla quale monopolizzare il profitto: la religione. Peccato che sia un’invenzione imperfetta, un po’ sghemba, perché la religione ha tante teste, in lotta eterna fra di loro. Ognuna vuole essere l’unica voce di Dio sulla terra e, per farsi sentire meglio, usa il tritolo.

*

felix-nussbaum-skeletten_1944

Nulla è più anarchico del potere. Il potere fa praticamente ciò che vuole, e ciò che il potere vuole è completamente arbitrario, o dettatogli da sue necessità di carattere economico che sfuggono alla logica comune. Io detesto soprattutto il potere di oggi. Ognuno odia il potere che subisce, quindi odio con particolare veemenza il potere di questi giorni. E’ un potere che manipola i corpi in un modo orribile, che non ha niente da invidiare alla manipolazione fatta da Himmler o da Hitler. Li manipola trasformandone la coscienza, cioè nel modo peggiore, istituendo dei nuovi valori che sono dei valori alienanti e falsi, i valori del consumo, che compiono quello che Marx chiama un genocidio delle culture viventi, reali, precedenti. Sono caduti dei valori, e sono stati sostituiti con altri valori. Sono caduti dei modelli di comportamento e sono stati sostituiti da altri modelli di comportamento. Questa sostituzione non è stata voluta dalla gente, dal basso, ma sono stati imposti dal nuovo potere consumistico, cioè la nostra industria italiana pluri-nazionale e anche quella nazionale degli industrialotti, voleva che gli italiani consumassero in un certo modo, un certo tipo di merce, e per consumarlo dovevano realizzare un nuovo modello umano. Il regime è un regime democratico, però quella acculturazione, quella omologazione che il fascismo non è riuscito assolutamente ad ottenere, il potere di oggi, cioè il potere della civiltà dei consumi, invece riesce ad ottenere perfettamente, distruggendo le varie realtà particolari. E questa cosa è avvenuta talmente rapidamente che noi non ce ne siamo resi conto. E’ avvenuto tutto in questi ultimi anni. E stato una specie di incubo, in cui abbiamo visto attorno a noi l’Italia distruggersi e sparire. Adesso risvegliandoci, forse, da questo incubo, e guardandoci intorno, ci accorgiamo che non c’è più niente da fare.

Pier Paolo Pasolini