1927. La «Domenica del Corriere» pubblica sotto il titolo Chi lo conosce? la fotografia di uno sconosciuto colpito da amnesia e ricoverato da un anno nel manicomio di Collegno, dando inizio cosi a un incredibile caso giudiziario che per anni avrebbe appassionato e diviso l’opinione pubblica italiana. Due famiglie si contendevano il misterioso individuo, credendo ciascuna di riconoscervi un congiunto scomparso. Chi era veramente? Il professor Giulio Canella, valoroso ufficiale disperso nella Grande Guerra, o l’ex tipografo Mario Bruneri, condannato piú volte per truffa e latitante?
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/page/Page-33944e05-6bc4-44a4-b79e-9cc2c076bed4.html?set=ContentSet-81c0a00e-d48f-4e9e-83fa-05f472726244&type=V

cast
JOHANNES BRANDRUP
GABRIELLA PESSION
LUCREZIA LANTE DELLA ROVERE
GIUSEPPE BATTISTON
FRANCO CASTELLANO
FABRIZIO CONTRI
PIERO CARDANO
MAURIZIO MARCHETTI
PAOLO PIEROBON
GUALTIERO BURZI
FRANCESCO ROSSINI
ALFONSO POSTIGLIONE
VITTORIA PIANCASTELLI
GIUSEPPE ANTIGNATI
BRUNO CORAZZARI
MARCO MORELLINI
ANDREA BARATTIN
MARCO CASSINI
SERGIO GRAMMATICO
ALESSANDRO MIZZI
ADOLFO FENOGLIO
LUISELLA SCOLARI
CHARLY DOGLIANI

regia
MAURIZIO ZACCARO
aiuto regista
LORENZO MOLOSSI
ass.regia
CLAUDIA CECCARONI
soggetto
ANDREA PURGATORI
sceneggiatura
ANDREA PURGATORI
LAURA IPPOLITI
con la collaborazione di
MAURIZIO ZACCARO
liberamente tratto da
LO SMEMORATO DI COLLEGNO
(storia italiana di un’identità contesa)
di
LISA ROSCIONI
Giulio Einaudi Editore

suono presa diretta
MARCO DE BIASE
microfonista
ADRIANO DI LORENZO
scenografia
MARTA MAFFUCCI
arredamento
STEFANIA VIGNA
LAURA CASALINI
attrezzista
VLADIMIRO CECCONI
costumi
SIMONETTA LEONCINI
montaggio
BABAK KARIMI
ass. montaggio
ANTONIETTA TOTA
fotografia
FABIO OLMI
post-produzione
DANIELE TOMASSETTI
mix
ALBERTO BERNARDI
direttore di produzione
MAURO MAGGIONI
organizzazione generale
ANTONIO STEFANUCCI
produttore Rai
LORENZA BIZZARRI

prodotto da
SUSANNA BOLCHI
AURELIANO LALLI PERSIANI
(CASANOVA ENTERTAINMENT)
©2009

per
RAI FICTION

Attenzione: le fotografie qui riprodotte, realizzate da Bepi Caroli, sono inedite e protette dalle leggi sul copyright internazionale.

PRIMA PARTE STREAMING RAI

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-96ac1dd6-ff82-43f2-b9da-01590db47d05.html

SECONDA PARTE STREAMING RAI

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-0998712a-5f7c-4224-a5db-5e9e3bbd8dab.html

DSC_0307

DSC_3301

DSC_0827

DSC_3143

DSC_9620

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-470631b1-0084-426b-87d5-e4ff3a141476.html?iframe“>http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-470631b1-0084-426b-87d5-e4ff3a141476.html?iframe

DSC_0128

DSC_0179

DSC_0208

DSC_0313

DSC_0214

DSC_0425

DSC_0289

DSC_0789

DSC_3164

DSC_3405

DSC_4083

DSC_9733

zaccaro

lo-smemorato-di-collegno-immagine-11

smemorato1

1296343562_1296330749_2

smemorato-collegno_raiuno

lucrezia-lante-della-rovere-in-un-immagine-del-film-tv-lo-smemorato-di-collegno-109843

johannes-brandrup-e-gabriella-pession-in-una-scena-del-film-tv-lo-smemorato-di-collegno-109829

gabriella-pession-e-johannes-brandrup-in-una-sequenza-del-film-tv-lo-smemorato-di-collegno-109828

gabriella-pession-e-una-delle-due-protagoniste-femminili-del-film-tv-lo-smemorato-di-collegno-109831

gabriella-pession-interpreta-giulia-canella-nel-film-tv-lo-smemorato-di-collegno-109844

losmemoratodicollegno

ad935fc98c

smemorato

978880618604GRA

Il libro

6 febbraio 1927. La «Domenica del Corriere» pubblica, sotto il titolo Chi lo conosce?, la fotografia di uno sconosciuto colpito da amnesia e ricoverato da un anno nel manicomio di Collegno, vicino a Torino, dando inizio cosí a un clamoroso caso giudiziario che per anni avrebbe appassionato e diviso l’opinione pubblica italiana. Due famiglie si contendevano il misterioso individuo, credendo ciascuna di riconoscervi un congiunto scomparso. Chi era veramente? Il professor Giulio Canella, valoroso ufficiale disperso nella Grande Guerra, o l’ex tipografo Mario Bruneri, condannato piú volte per truffa e latitante? Lisa Roscioni ricostruisce il caso dello smemorato di Collegno per la prima volta nella sua interezza, grazie anche ad un’ampia documentazione inedita. Ma soprattutto svela il senso che quella vicenda ci racconta ancora oggi sull’Italia di allora, sulle ansie e i conflitti che attraversavano un intero Paese, la sua opinione pubblica e un regime in costruzione.

A rendere clamoroso il caso dello smemorato di Collegno contribuirono sia la stampa sia l’opinione pubblica. Una vicenda privata si trasformò rapidamente in un fenomeno collettivo che vide coinvolte aree sempre piú ampie della società, della politica e delle istituzioni. La storia fu subito costruita in funzione di miti e modelli culturali profondamente radicati nell’immaginario popolare: dal topos degli sposi perduti e ritrovati a quello dell’impostura e dello scambio di persona. I precedenti storici e letterari furono evocati con precisione: dall’Ulisse di Omero a Martin Guerre, al colonnello Chabert di Balzac. Il caso ispirò romanzieri, poeti e drammaturghi, tra cui Pirandello e un inedito Eduardo De Filippo. Ai richiami letterari si saldarono questioni allora di scottante attualità, come il dramma dei dispersi della Grande Guerra. Che cosa definiva l’identità di un individuo? Poteva essere dimostrata attraverso prove scientifiche? Era invariabile nel tempo oppure poteva essere costruita ad arte o scambiata? La tensione che scaturiva da queste domande rifletteva i conflitti e le ansie dell’epoca. Ma la vicenda si rivela ancora oggi un campo d’indagine straordinariamente utile per comprendere le suggestioni – sociali, cronachistiche e letterarie – che contribuivano a formare l’opinione pubblica nell’Italia del fascismo al potere. Ma anche un punto d’osservazione sui confini che dividevano la sfera pubblica dalla vita privata nei primi anni di un regime impegnato a ridefinire l’identità nazionale degli italiani.

Foto50

Smemorato-Collegno

estratto primo capitolo / link leggi primo capitolo

http://www.einaudi.it/var/einaudi/contenuto/extra/978880619722PCA.pdf

th-3

th-2

lo_smemorato_di_collegno_-_fiction_rai

No portion of this file may be copied, retransmitted, reposted, duplicated or otherwise used without the express written approval of Casanova Multimedia.

logo-casanova1